Nuovo autolavaggio, quali sono i costi da sostenere?

Hai intenzione di aprire un nuovo autolavaggio e vuoi sapere quali sono i costi da sostenere? Anno dopo anno sono sempre più numerosi i privati che scelgono di aprire un autolavaggio. Esiste infatti la consapevolezza di come questo settore possa essere potenzialmente molto remunerativo. In molti però ignorano quali siano le spese da affrontare all’inizio. A seguire una breve guida sui costi che l’apertura di un autolavaggio impone, nello specifico i costi dell’acqua.

Costi per un nuovo autolavaggio

Prima dell’apertura di un nuovo autolavaggio, assicurati di conoscere in maniera dettagliata i costi che esso comporta all’inizio. Le spese possono variare in base alla struttura e al servizio che si intende offrire agli automobilisti. Esistono poi altre variabili, come ad esempio la sede, la scelta di impianto, materiali e attrezzature, più l’eventuale presenza di personale. Prendendo come punto di riferimento una struttura self service di dimensioni contenute (tra le più gettonate in Italia), i costi di avviamento possono oscillare tra i 15 e 20 mila euro. A questi vanno ad aggiungersi le spese per l’affitto o acquisto del terreno. C’è poi un’ultima voce che in molti trascurano all’inizio, salvo poi accorgersi di come sia la più importante: acqua.

Costi dell’acqua per un nuovo autolavaggio

Quando si apre un nuovo autolavaggio, i costi dell’acqua occupano in genere la porzione più ampia di spesa. Sempre avendo come punto di riferimento una struttura self service di piccole dimensioni, la voce acqua può arrivare a costare fino a 50 mila euro. Sono due gli interventi fondamentali che vanno a incidere sulla spesa: lo smaltimento delle acque e la riqualificazione dell’impianto idraulico. Tieni conto che 50 mila euro rappresenta la spesa minima, cifra dunque che può raddoppiare se in progetto hai l’apertura di un autolavaggio di dimensioni più grandi.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci.